Chiusura Natalizia

Per le prossime festività natalizie, la segreteria dell’Ordine sarà chiusa dal 24/12/2018 al 01/01/2019.

Con l’occasione porgiamo i nostri migliori Auguri di Buone Feste.

,

Formazione Professionale Continua

Tutti i colleghi che svolgono la libera professione e non adempiono all’obbligo formativo commettono un illecito disciplinare, così come è scritto nell’ Art. 7, comma 1 del D.P.R. 7 agosto 2012, n.137 (Formazione Professionale Continua):

“…. Al fine di garantire la qualita’ ed efficienza della prestazione
professionale, nel migliore interesse dell’utente e della
collettivita’, e per conseguire l’obiettivo dello sviluppo
professionale, ogni professionista ha l’obbligo di curare il continuo
e costante aggiornamento della propria competenza professionale
secondo quanto previsto dal presente articolo. La violazione
dell’obbligo di cui al periodo precedente costituisce illecito
disciplinare. …”

I colleghi iscritti all’Ordine che non esercitano la libera professione possono chiedere l’esonero dall’obbligo formativo, tramite una procedura on-line sul SIDAF. Anche la domanda di riconoscimento crediti esterni deve essere inviata tramite il SIDAF (Sistema Informativo Dottori Agronomi e Forestali). Si può accedere al SIDAF solo con le credenziali personali ed i colleghi che vogliono riceverle devono contattare la segreteria dell’Ordine.

Si invia il seguente link del Conaf, dove sono presenti la normativa di riferimento, il Regolamento della Formazione Professionale Continua e l’accesso al SIDAF:

www.conaf.it/formazione-professionale-continua

,

Corsi sulla sicurezza

Si comunica il calendario dei due corsi sulla sicurezza che partiranno la settimana prossima, presso la sede di questo Ordine:

I CORSO

RSPP/ASPP Mod A per 28 h

12/09     15.00 – 20.00

15/09     09.00 – 18.00

21/09     15.00 – 20.00

22/09     09.00 – 18.00

Scarica il programma del corso programma-corso-rspp-mod-a-1.pdf (54 download)

 

II CORSO

28/09      16.00 – 20.00

29/09      10.00 – 18.00

05/10      16.00 – 20.00

06/10      10.00 – 18.00

Scarica il programma del corso programma-corso-rspp-mod-c-1.pdf (42 download)

Sulla base delle richieste pervenute, abbiamo iscritto ai primi due corsi 27 dottori che non sono in regola con l’obbligo formativo del triennio pregresso, ai quali si chiede di confermare la propria adesione con il pagamento della quota di partecipazione di € 70,00 per ciascun corso (€ 140,00 totale), tramite bonifico bancario intestato all’Ordine (IBAN: IT80C0760115700001038461198) e di inviare la ricevuta del pagamento alla segreteria dell’Ordine entro il 12 settembre. Gli altri iscritti, in regola con l’obbligo formativo del triennio pregresso, potranno partecipare agli altri due corsi, che si faranno successivamente, i cui crediti saranno assegnati nel triennio formativo in corso.

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria.

Cordiali saluti

IL PRESIDENTE

Elezione rinnovo Consiglio dell’Ordine

Nelle giornate 6/7/8/9 settembre, si sono tenute in seconda convocazione, le votazioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale d Foggia quadriennio 2017-2021. I candidati risultati eletti con il maggior numero di voti è stato nell’ordine:
SEZIONE A:
1 MIELE LUIGI
2 PEDONE CARMELA
3 LONGO FRANCESCO
4 RUSSO GIOVANNI
5 DI MOLA GIANPIETRO
6 FERRANDINO PASQUALE
7 COLOPI NATALE
8 DI CHIO FERNANDO ANTONIO
SEZIONE B:
9 UGLIOLA DANIELA

Comunicato del 22 novembre 2016

Grande partecipazione ed interesse per il seminario formativo tenutosi nei giorni scorsi sul tema “Il dottore agronomo e dottore forestale quale esperto nelle esecuzioni immobiliari”. Dopo i saluti di Agostino Sevi, Direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università degli Studi di Foggia – che ha ospitato l’evento – e l’introduzione di Luigi Miele, Presidente dell’Ordine dei
Dottori Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Foggia, si è tenuta l’attesa relazione di Stefania Rignanese, Giudice dell’Ufficio Esecuzioni Immobiliari dell’Tribunale di Foggia.
“Un intervento di grande spessore quello del Giudice Rignanese – ha commentato il Presidente Miele – da tutti particolarmente apprezzato per competenza, livello di approfondimento ed efficacia divulgativa, che nel contempo ha assicurato i chiarimenti tecnici e procedurali richiesti dai colleghi su casi operativi che quotidianamente interessano il lavoro degli esperti impegnati presso il Tribunale di Foggia”.
L’incontro formativo si colloca nel quadro delle iniziative per la valorizzazione della professionalità del dottore agronomo e dottore forestale, figura di primo piano per le competenze estimative in tutti i settori, ma non solo. Le competenze primarie del dottore agronomo e forestale vanno infatti ben oltre l’immagine un po’ stereotipata ma al contempo assai parziale di “medico delle piante”: lo studio di materie specifiche di tipo ingegneristico quali pianificazione del territorio, studio e redazione di piani regolatori generali, costruzioni, topografia, meccanica agraria e, soprattutto, idraulica agraria ne fanno invece l’esperto per eccellenza anche in materia di regimazione delle acque, sistemazioni idraulico-agrarie e idraulico-forestali.

Grano duro Senatore Cappelli compie 100 anni

FOGGIA ­ Tutto è pronto a Foggia per celebrare, con un convegno, la varietà di grano duro Senatore Cappelli, uno dei più importanti risultati dell’opera di miglioramento genetico del genetista Nazareno Strampelli, che compie cent’anni. La varietà è stata rilasciata nel 1915 e prende il nome da Raffaele Cappelli, Senatore di origine abruzzese, che mise a disposizione di Strampelli la “Masseria Manfredini” a Foggia dove, nel 1919, l’Istituto Nazionale di Genetica per la Cerealicoltura costituì, formalmente, la Stazione Fitotecnica per le Puglie (oggi Centro di Ricerca per la
Cerealicoltura del CREA).

La varietà di frumento duro ‘Cappelli’ è stata coltivata e per vari decenni ­ sottolinea il direttore CREA­CER Nicola Pecchioni ­ “ha fornito un contributo concreto alla crescita della cerealicoltura e dell’industria agroalimentare italiana; dando il via ­ aggiunge ­ al miglioramento genetico moderno del grano duro ed ancora oggi alimenta una filiera dedicata allo sviluppo di prodotti sostenibili di alta qualità”.
Al convegno di Foggia si parlerà della storia della varietà e del suo contributo al miglioramento genetico del frumento duro in Italia, delle nuove sfide della ricerca applicate alla produzione di pasta e pane, oltre ai nuovi approcci per decodificare il genoma del frumento duro, che muove i suoi passi proprio dalla varietà Cappelli. Infine, una sessione sarà dedicata all’analisi delle prospettive economiche per i prodotti di nicchia all’interno del mercato agroalimentare. La varietà di grano duro Cappelli è stata selezionata a partire da una popolazione di frumento duro di origine tunisina “Jean Rhetifah”, senza il ricorso all’ibridazione controllata con genotipi a bassa taglia alla base dei successi ottenuti da Strampelli nel frumento tenero.
Le piante di frumento duro della varietà Cappelli sono molto alte e la granella che ne deriva è ricca di proteine. Si è diffusa rapidamente a partire dagli anni ’20, e fino agli anni sessanta è stata la varietà di frumento duro più coltivata in Italia. Per molti anni è stata largamente utilizzata negli incroci per lo sviluppo delle nuove varietà e quindi presente nella genealogia di quasi tutte le varietà moderne. Il mantenimento in purezza oggi è assicurato dal Centro di Ricerca per la Cerealicoltura del CREA che fornisce il seme di base per la produzione del seme certificato secondo la legislazione sementiera. “Il ritrovato interesse da parte dei consumatori, a distanza di 100 anni, ­ sottolineano gli esperti ­ è legato essenzialmente alle peculiari caratteristiche organolettiche della pasta prodotta con questa varietà”.